Doppiaggio e logopedia al Napoli Comicon

Che nesso hanno il doppiaggio e la logopedia?

Cosa succede alla voce durante un doppiaggio? Quali danni può subire la voce se stressata senza preparazione o peggio se trascurata?

Ci siamo mai soffermati sulle voci dei doppiatori? In passato forse no ma oggi c’è molta più attenzione da parte degli appassionati di film, serie tv e anime.
Molte voci sono diventate iconiche così come alcune espressioni dei loro personaggi più famosi.
Spesso però capita che voci diverse sono invece dello stesso doppiatore, questo perchè il nostro corpo è capace di creare voci diverse. Alcune senza sforzo, altre invece richiedono un lavoro da fare nel tempo. In questa trasformazione incide anche la durata del mantenimento di una voce diversa.

Che tipo di lavoro fa un doppiatore quando deve caratterizzare la voce?

E’ difficile dare una risposta a questa domanda perchè ogni doppiatore ha il suo metodo e magari viene da una scuola diversa. Quello che sicuramente va fatto è non sforzarla oltre il tempo massimo (che varia da persona a persona) e assolutamente fermarsi al primo segnale che qualcosa non va.

La voce può subire danni a seguito di modulazioni costanti della frequenza e del tono?

A questa domanda e ad altre simili rispondono la dott.ssa Chiara Falanga (foniatra), dott. Daniele Apredda (logopedista) che, insieme a Fabrizio Mazzotta (doppiatore e direttore di doppiaggio) sono stati ospiti al Napoli Comicon 2022 proprio per parlare di come la voce va protetta e allo stesso tempo come cambia in base alla frequenza che emettiamo.
L’incontro è presentato e moderato da Maurizio Nataloni

Doppiaggio e logopedia al Napoli Comicon

Scritto da
-